Home » Bambino » Salute » Termometro per neonati: quale scegliere
termometro per bambini
termometro per bambini

Termometro per neonati: quale scegliere

Un’impresa da titani? Sicuramente misurare la temperatura ad un neonato rientra nella categoria “operazioni difficili” che mettono alla prova mamma e papà, non solo per la fragile conformazione del bimbo ma soprattutto per l’impossibilità di ricevere un’adeguata collaborazione da parte sua. Non è un caso, infatti, che in commercio si possano trovare diverse tipologie di termometri utilizzabili, in base al modello scelto, in più zone di misurazione. Oggi ti offriamo una guida che ti illustra da vicino il corretto funzionamento del termometro per neonati. Quale scegliere? Questo tocca a te deciderlo.

Termometro bambini: il migliore

Ad oggi il mercato offre numerosi strumenti per misurare la temperatura dei piccoli, di grande importanza allora è scegliere il termometro bambini migliore sulla base delle tue preferenze, rispettando in particolare quelle del cucciolo. Questa la suddivisione:
•    Termometri digitali
•    Termometri a infrarossi
•    Termometri di vetro
•    Termometri a cristalli liquidi

I primi tre modelli elencati si distinguono per la zona del corpo nella quale permettono la misurazione della febbre ai neonati. Vediamo adesso nel dettaglio questi prodotti.

Termometri digitali

I termometri digitali sono certamente i più utilizzati tra gli adulti, dal momento che presentano un buon rapporto qualità/prezzo. Da un punto di vista prettamente medico, il loro margine di errore è irrilevante. I termometri digitali per bambini, che subiscono l’antagonismo dei modelli a infrarossi che risultano meno invasivi, permettono di misurare la temperatura del bimbo in circa 1-2 minuti avvisando con un “bip” sonoro la fine dell’operazione.
I termometri elettronici si usano a livello rettale o ascellare, fino a quando il piccolo non compie 4 anni è sconsigliabile l’uso orale perché potrebbe mordere lo strumento in questione. Chiaramente i modelli per uso rettale presentano una punta morbida e flessibile. Di seguito i pro e i contro dei termometri digitali:

•    Buon rapporto qualità/prezzo
•    Uso semplice
•    Veloce
•    Dotato di allarme acustico
•    Funziona a batteria
•    Rispetto al termometro in vetro è meno preciso

I termometri a infrarossi

termometro per bambini

termometro per bambini

I termometri a infrarossi per bambini eseguono rapidamente la misurazione della temperatura e lo fanno in pochi secondi in maniera non invasiva. Si dividono fondamentalmente in frontali e auricolari: i primi possono effettuare la misurazione a distanza o a contatto. Alcuni modelli, ad esempio, consentono la lettura frontale della temperatura a distanza e, in assenza di contatto, grazie ad un puntatore. Il termometro bambini ad infrarossi è l’equivalente delle apparecchiature più sofisticate usate dal pediatra e in ospedale ed è questo il motivo per cui necessitano di una certa manualità per funzionare al meglio.

Il termometro per bambini da orecchio, in particolar modo, deve essere usato adeguatamente per conseguire misurazioni attendibili. È opportuno ricordare che vi sono modelli atti alla rilevamento rettale e ascellare, oltre che per valutare la temperatura ambientale. Questi termometri auricolari si inseriscono nel canale auricolare e sono capaci di cogliere il calore emesso dal timpano e dai tessuti circostanti. L’unica a cui devi stare attenta è che il canale ha una temperatura superiore di circa 0,5 °C rispetto al corpo e questo andrà considerato al momento di interpretare il risultato sul display. Alcuni modelli sono forniti di ricambi igienici affinché possa usarli tutta la famiglia.
È opportuno, infine, tenere in considerazione che vi sono modelli atti alla misurazione rettale e ascellare, oltre che per valutare la temperatura ambientale. Ecco i pregi e i difetti dei termometri a infrarossi:

•    Misurazione della febbre rapida
•    Poco invasivi
•    I modelli a distanza sono certamente i più igienici
•    Costano molto più dei termometri elettronici
•    Se non usati correttamente non sono molto precisi

Termometri di vetro

termometro bambini di vetro

termometro bambini di vetro

I termometri di vetro antichi contenevano il mercurio, sostanza precisa nella misurazione quanto nociva e rischiosa sia per l’uomo che per l’ambiente. Il mercurio, quindi, è stato sostituito dal galinstano, la particolare viscosità di questo materiale se rende problematica l’operazione di “azzeramento” della temperatura una volta finita la misurazione, è anche vero che lo rende più resistente alla rottura.

Rispetto ai modelli digitali, questi termometri necessitano di più tempo per effettuare la loro rilevazione. Almeno 5 minuti, se non fino a 12. Quanto è fattibile usarlo con un bambino? Poco, qualsiasi sia la sua età. Pregi e difetti dei termometri di vetro:

•    Costo misurato
•    Misurazione attendibile
•    Tempistiche elevate
•    Pericolo di rottura

Termometri a cristalli liquidi

Trattasi di strisce molto sottili di plastica da poggiare sulla fronte e dotate di cristalli liquidi. Certamente piacciono molto ai bambini, grazie ai vari colori che prendono in base alla temperatura rilevata e sono inoltre molto facili da usare. Purtroppo non sono molto precisi, motivo per cui non sono molto consigliati.

Misurare la febbre: dove?

Tradizionalmente la febbre si misura a livello ascellare, rettale o orale. Con l’avvento dei termometri a raggi infrarossi, sono state i hanno inserite due nuove zone di applicazione, ovvero l’orecchio e la fronte. Vediamo da vicino questi diversi “posti” di misurazione:

Misurazione orale

Da evitare sotto i 4 anni dal momento che non è possibile stabilire se il bambino possa o meno mordere lo strumento.

Misurazione auricolare

Vista la delicatezza del timpano, è opportuno svolgere con cura la procedura, ancor meglio se chi lo fa ha qualche competenza al riguardo. Totalmente sconsigliato in caso di otiti.

Misurazione frontale

Il funzionamento del termometro a infrarossi avviene in base allo sfruttamento del calore pilotato da un’arteria. Per questo motivo, è indispensabile assicurarsi di appoggiarlo o direzionarlo nel punto corretto per non commettere uno sbaglio nella misurazione. Per tale operazione, la fronte del bambino dev’essere ben asciutta.

Misurazione rettale

È possibile usare sia i termometri digitali che quelli di vetro. Soprattutto nei primi mesi di vita del bambino, la misurazione rettale è secondo molti da preferire fino almeno ad un anno di età; altri invece la considerano eccessivamente invasiva, poco igienica e imprecisa. Questa pratica prevede che il bambino venga posizionato sul grembo materno sia di schiena che a pancia in giù.

Misurazione ascellare

Sia i termometri digitali che quelli di vetro possono essere usati per la misurazione ascellare. In generale questa modalità è la meno invasiva e anche la più precisa. Per effettuare una corretta misurazione è opportuno accostare la punta alla pelle e assicurarsi che il termometro sa inserito adeguatamente nel cavo ascellare. La parte più complessa riguarda il tener fermo il bambino durante la misurazione stessa.

Alcuni consigli per misurare la febbre ai bambini

Ecco per te alcuni consigli per misurare al meglio la temperatura del bambino:
•    Usare il suo giocattolo preferito per farlo stare buono.
•    Misurare la temperatura ad orari prestabiliti: la mattina presto, verso mezzogiorno e la sera.
•    È importante misurare la temperatura prima dei pasti.
•    La febbre non va misurata quando il bambino si è appena svegliato o ha sudato copiosamente.
•    Con i raggi infrarossi è opportuno effettuare più misurazioni per fare una media della temperatura.
•    Fare acclimatare il termometro alla temperatura dell’ambiente in cui si effettua la misurazione.
Questo è quanto c’è da sapere sul termometro per neonati, adesso scegli il modello che rispecchia le tue esigenze.

Un’impresa da titani? Sicuramente misurare la temperatura ad un neonato rientra nella categoria “operazioni difficili” che mettono alla prova mamma e papà, non solo per la fragile conformazione del bimbo ma soprattutto per l’impossibilità di ricevere un’adeguata collaborazione da parte sua. Non è un caso, infatti, che in commercio si possano trovare diverse tipologie di termometri utilizzabili, in base al modello scelto, in più zone di misurazione. Oggi ti offriamo una guida che ti illustra da vicino il corretto funzionamento del termometro per neonati. Quale scegliere? Questo tocca a te deciderlo. Termometro bambini: il migliore Ad oggi il mercato offre…

Score

Voto Utenti : 4.63 ( 3 voti)