Home » Neonato » Igiene » Prodotti per igiene neonato: La lista a portata di mano
prodotti igiene cura bambino

Prodotti per igiene neonato: La lista a portata di mano

Se l’igiene personale è importante per ognuno di noi, lo è ancor di più quella del tuo bambino. Spesso ci si chiede quali possano essere gli acquisti più indicati da fare, o quali prodotti per igiene neonato occorre veramente acquistare. Oggi proviamo a darti qualche consiglio.

Cosa tenere a portata di mano

Vista la delicata funzione a cui sono destinati è innanzitutto opportuno usare prodotti specifici, studiati per rispettare le esigenze del bambino e realizzati da aziende che sono specializzate nel settore. Vediamo da vicino cosa non deve mancare quando ti accingi a pulire il tuo bambino:

  • Cominciamo con i classici e intramontabili dischetti di cotone. In commercio ne esistono di varie dimensioni, marche, forme e prezzo. Sicuramente i più adatti sono quelli grandi e morbidi. Non usare però il cotone idrofilo normale perché è poco compatto e questo potrebbe crearti qualche problema durante il cambio del pupo.
  • Per il bagnetto del tuo bimbo non può mancare l’olio da bagno. Idoneo per il bagnetto o per pulire il suo culetto è preferibile ad un bagnoschiuma anche se specificatamente adatto ad un neonato. Un bimbo piccolo non ha bisogno di aver fatto il bagnetto ogni giorno, è opportuno inoltre non usare prodotti che potrebbero risultare aggressivi per la sua pelle. Di fatto non si sporcano, se non consideriamo l’arma chimica presente nei loro pannolini dopo che hanno fatto la pupù e se non consideriamo la loro capacità di spalmarsela a volte fin sulla schiena. Chi ha cambiato almeno una volta un pannolino sa bene di cosa parliamo. Qualche consiglio? Puoi usare un sapone di Aleppo che contiene un po’ di olio, o ancora qualche goccia di olio di mandorla, idratante, inodore e commestibile, o un cucchiaio di amido, emolliente e adatto per l’arrossamento della pelle, specialmente d’estate. La cosa importante è che l’olio sia puro, cioè con un solo ingrediente, senza profumo e senza conservante. Il più comune è sicuramente quello di riso.
  • Olio gomenolato o di niaouli. È l’unico antisettico decongestionante utilizzato per dare sollievo al naso quando è tappato, adatto per tutti. È acquistabile in farmacia e non ha età, il che vuol dire che può essere usato anche per i neonati. Se usato per loro è opportuno somministrarne una goccia alla volta affinché il liquido non fuoriesca dalle narici e provochi irritazioni nella zona peri nasale. Solitamente la dose consigliata è di qualche goccia per 3-4 volte al giorno.
  • La pasta di zinco all’acqua è una preparazione galenica a base di ossido di zinco. Si differenzia dalla pasta Hoffman per la base, di tipo oleoso nella Hoffmann, di tipo acquoso nella pasta all’acqua. Da questa diversità di composizione segue la specificità d’uso. La prima è adatta come emolliente, la seconda quando è necessario asciugare l’area infiammata. Entrambe si comprano in farmacia o in sanitaria.
  • Una spazzola Anche questa comprabile in sanitaria o in tutti i negozi che vendono prodotti per bambini. Perché lo spazzolare i capelli del pupo è una delicata carezza che non deve mancare.
  • Traverse impermeabili in cotone. Si usano solitamente al posto dell’asciugamano sopra il fasciatoio.
  • Fialette di soluzione fisiologica per il lavaggio nasale.
  • Salviettine detergenti da usare soprattutto quando sei fuori casa, per quanto delicate possano essere è sempre meglio usare l’acqua corrente quando è possibile.
  • Acqua di colonia, anche se non esiste profumo migliore dell’odore della pelle del tuo bambino.
  • Accappatoio quadrato, almeno per i primi mesi.
  • Latte detergente.
  • Garze.
  • I teli in cotone risultano a volte più morbidi degli stessi asciugamani e anche più assorbenti.
  • Forbicine con punta arrotondata. Se il tuo bimbo è vivace è meglio usarle quando dorme per evitare che i bruschi movimenti lo possano ferire.

Il cambio del pannolino

Per il cambio del pannolino non sono necessari molti prodotti. Basta lavare il sederino del pupo con acqua tiepida e se necessario un sapone delicato, a base di tensioattivi poco aggressivi. L’importante è diluire sempre con acqua il sapone e non versarlo mai direttamente sulla pelle del piccolo.

È utile una pasta di zinco facilmente spalmabile in caso di arrossamenti. Per il cambio, o comunque se sei fuori casa, ricorri a salviettine detergenti: delicate, emollienti e mi raccomando prive di alcool. Non abusarne, l’acqua corrente è sempre la soluzione migliore.

Medicazione dell’ombelico nel neonato

Usciti dall’ospedale, quando si torna a casa, una tra le prime cure igieniche di cui ha bisogno un neonato è la disinfezione dell’ombelico per la prevenzione delle infezioni e per favorirne una più rapido processo di cicatrizzazione.

È un’operazione molto semplice, al contrario di quello che può sembrare, che va fatta con cura. Solitamente il moncone ombelicale, chiamato anche funicolo ombelicale, cade spontaneamente dopo 7- 14 giorni formando per l’appunto la cicatrice ombelicale comunemente conosciuto come ombelico.

Diversi sono i modi per mantenere pulita questa parte, alcune mamme usano una garza imbevuta di alcol rosa, mentre altre preferiscono usare spray che si acquistano in farmacia. Un’altra tendenza è quella di comprare e utilizzare la soluzione fisiologica per la pulizia ed acqua ossigenata in caso di necessità.

Il Centro di Documentazione sulla Salute Perinatale, Riproduttiva e Sessuale sostiene che “la tendenza attuale è di gestire il moncone utilizzando meno prodotti possibile. […] Una volta assicurata l’accurata pulizia delle mani, basta controllare che il moncone sia asciutto e sostituire la garza quando questa si sporca o si bagna con le feci o le urine del neonato.”

Se si desidera poi accelerare la caduta del moncone, il centro afferma che “l’unico trattamento che sembra possa accelerare i tempi del distacco del moncone consiste nell’applicare una polvere preparata in farmacia costituita da zucchero salicilato, ma i dati a riguardo non sono ancora certi.”

Prodotti per igiene neonato: L’igiene del viso…

Il nasino dei bambini va tenuto sempre pulito per permettergli una corretta respirazione non solo per un buon riposo ma anche perché quando mangia, per succhiare bene, ha bisogno che le vie aree siano ben aperte. Per eliminare le secrezioni nasali basta usare un cotton fioc umido, scegli tu se usare acqua di mare, fisiologica o soluzioni simili.

Come lubrificante per le narici si può usare anche un po’ di olio gomenolato. In commercio esistono anche gli aspiratori con beccuccio morbido, per neonati e bimbi, adatti a aspirare letteralmente il muco, precedentemente ammorbidito con soluzione fisiologica, dal nasino del pupo.

Occorrente: cotton fioc o dischetti, soluzione fisiologica e/o aspiratore.
Anche le orecchie necessitano di cure, solitamente si puliscono ogni due giorni per permettere al cerume di spostarsi verso il padiglione auricolare, la parte più esterna dell’orecchio.

Sappiamo che non è un’operazione facilissima perché spesso in questi momenti il bimbo si muove tanto, allora mi raccomando movimenti lenti e in ogni caso pulisci solo la parte esterna dell’orecchio e il bordo interno. Ti consigliamo di non usare i cotton fioc, potrebbero spingere in dentro il cerume e premere sulla membrana del timpano. Ricordati di asciugare bene le orecchie per evitare irritazioni.

Occorrente: garza inumidita con soluzione fisiologica o cotone idrofilo asciutto.

Per gli occhi basta una un dischetto umido, acqua tiepida o soluzione fisiologica, da passare delicatamente su ciascun occhio partendo dall’interno verso l’esterno.

Occorrente: dischetti e soluzione fisiologica.

Il bagnetto del neonato

Prodotti per igiene neonato

L’acqua in cui si fa il bagno al bambino deve essere all’incirca di 37°. È opportuno usare un detergente non aggressivo e uno shampoo delicato, entrambi da dosare, basta poco prodotto per lavare il bambino, e da diluire con un po’ con d’acqua prima dell’uso. Risultano utili le creme allo zinco per gli arrossamenti e per le “pieghe” delle cosce che solitamente nei primi mesi di vita del bimbo sono cicciotte.

In commercio si trovano anche mousse complete che vanno bene sia per il corpo che per i capelli, ricordati che anche queste devono essere prive di alcol e coloranti e molto delicate. Solitamente questo tipo di prodotti mantengono il pH fisiologico e hanno un’azione emolliente. Pe i capelli esistono vari tipi di shampoo tra i quali ricordiamo quelli adatti per l’eliminazione della crosta lattea: shampoo olio delicato e non aggressivo.

Quali prodotti e marche consigliare alle mamme?

Di questi tempi, è buona cosa documentarsi e non comprare i prodotti economici, anzi, visto che si tratta dei propri bambini la prudenza non è mai abbastanza. Per esperienza abbiamo sentito il parere di diverse mamme anche nei forum principali relativi alla gravidanza e le preferenze ed opinioni sono quasi tutte per le seguenti marche di prodotti di igiene per i bambini:

Speriamo che i nostri suggerimenti ti siano d’aiuto. Come vedi non sono necessari molti prodotti per igiene neonato, ne servono… pochi ma buoni.

Facebook Comments
Se l’igiene personale è importante per ognuno di noi, lo è ancor di più quella del tuo bambino. Spesso ci si chiede quali possano essere gli acquisti più indicati da fare, o quali prodotti per igiene neonato occorre veramente acquistare. Oggi proviamo a darti qualche consiglio. Cosa tenere a portata di mano Vista la delicata funzione a cui sono destinati è innanzitutto opportuno usare prodotti specifici, studiati per rispettare le esigenze del bambino e realizzati da aziende che sono specializzate nel settore. Vediamo da vicino cosa non deve mancare quando ti accingi a pulire il tuo bambino: Cominciamo con i…

Score

Voto Utenti : 4.43 ( 2 voti)

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*