Home » Bambino » Piedi piatti: sintomi, rimedi ed esercizi per correggerli
piedi piatti sintomi cause e rimedi
piedi piatti sintomi cause e rimedi

Piedi piatti: sintomi, rimedi ed esercizi per correggerli

Il 50% dei bambini ne è affetto, tra gli adolescenti il 15%, nell’età adulta solo il 5%; stiamo parlando dei piedi piatti.

Ma come si riconoscono? Quali sono i principali sintomi? Come si possono correggere i piedi piatti? Esistono degli esercizi specifici?

Il piede piatto è un paramorfismo e, come facilmente suggerito dal nome, è presente quando l’arco plantare è piatto, cioè se tutta la pianta tocca terra quando si sta in posizione eretta.

Le cause del piede piatto

Partiamo con il presupposto che normalmente l’arco plantare si modifica durante l’adolescenza, ci sono alcuni casi, però, in cui può non svilupparsi correttamente a causa di un trauma oppure all’usura dovuta all’invecchiamento.

Anche l’obesità è un fattore che può provocare il formarsi di questa patologia, poiché l’eccesso di peso può causare il collasso del tendine, la pressione alta, che provoca delle alterazioni del flusso sanguigno impedendo alle sostanze nutritive necessarie di arrivare ai tendini, il diabete, a causa di una progressiva neuropatia e anche l’eccessiva pratica sportiva della corsa negli anni.

Normalmente non è una patologia che provoca problemi o dolori, ma in circostanze estreme il disallineamento delle gambe può causare sensazioni di fastidio e di stanchezza alle caviglie, alle anche, alle ginocchia e perfino alla colonna vertebrale.

In questi casi, dopo aver consultato il medico di fiducia, le strade percorribili potrebbero essere di due tipi: una terapia non-chirurgica (o terapia conservativa) oppure una terapia chirurgica.

 

Rimedi e soluzioni piedi piatti

Terapia conservativa

Con la presenza di un semplice e lieve fastidio, gli esercizi e le attenzioni da prestare per correggere il problema dei piedi piatti sono diversi.

Prima di tutto, se si è sovrappeso, è consigliabile (non solo per risolvere il disagio dei piedi piatti) seguire una dieta, sempre suggerita da un bravo nutrizionista o dietologo.

Evitare i tacchi indossando scarpe adatte, in grado di sostenere correttamente il piede; l’ideale sarebbe associare l’uso di plantari appositamente progettati per alleviare la pressione sull’arco del piede piatto.

Camminare a piedi nudi (o con solo le calze) tutte le volte che è possibile, oltre ad essere estremamente rilassante è un altro ottimo rimedio.

Per chi pratica sport come la corsa è bene fare molto stretching soprattutto nella parte inferiore (anche, cosce, polpacci e caviglie).

Dopo l’esercizio l’uso di ghiaccio e riposo in caso di dolore è in genere un rimedio particolarmente efficace per accorciare i tempi di recupero, mentre un fisioterapista o un posturologo possono aiutare a impostare una camminata corretta.

Terapia chirurgica

In caso di dolore severo o dubbi sulla diagnosi potrebbe essere necessario ricorrere a esami di imaging come la radiografia, la TAC, l’ecografia e la risonanza magnetica.

Deve essere ben chiaro, però, che non esistono interventi chirurgici per modificare il piede piatto, ma solo per correggere un problema connesso a questo disturbo come l’usura o la rottura del tendine o in presenza di problemi ossei.

Questa opzione così invasiva, è presa in considerazione solo nei casi in cui il dolore o il danno al piede sia grave e non sussistano alternative praticabili per i sintomi o le complicazioni causate dai piedi piatti.

Piccole curiosità

Se si vuole evitare di andare subito da uno specialista, per risparmiare tempo e denaro, si può fare un autoesame home made, per iniziare a farsi un’idea della situazione;

Prendete una bacinella e riempitela d’acqua (non ne serve molta, basta che le piante si possano bagnare in maniera uniforme) immergere i piedi per 10 secondi e, una volta tolti dall’acqua, appoggiarli su una superficie dura e asciutta (cemento, carta sul pavimento, …).

L’impronta lasciata dal piede vi permetterà di formulare una prima ipotesi.

Facebook Comments

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*